LA CHIROPRATICA? Il punto di partenza per la salute

Da anni l'Atlas si avvale della chiropratica come strumento per la cura dei propri clienti. Ci siamo presi cura di oltre 10.000 persone, un risultato possibile grazie ad uno staff sanitario composto da Chiropratici. 

Ma perchè la Chiropratica riesce a fare la differenza?

"Intervistato nel 2002, la leggenda del basket americano John Stockton ha motivato così la straordinaria longevità della sua carriera a un giornalista in cerca del segreto per continuare a performare ai massimi livelli nonostante i quarant’anni: “un buon chiropratico”. Anche il suo eterno rivale, l’iconico Michael Jordan, ha attribuito a questa pratica medica un miglioramento fisico e mentale così notevole da consentirgli di affermarsi come il miglior giocatore di tutti i tempi. Sono moltissimi gli atleti che ne fanno uso:  su tutti le sorelle Williams nel tennis e Tiger Woods nel golf per quel che riguarda gli sport individuali, mentre ormai ogni franchigia professionistica (Nba, Nfl e Mlb) si è attrezzata assumendo interi team di chiropratici nei rispettivi staff.

Ma la chiropratica non è destinata a un uso esclusivo degli atleti, anzi.

Da Madonna a Gisele Bundchen, da Bill Murray a Leonardo DiCaprio, la lista delle celebrities che ricorre abitualmente a questi particolari trattamenti è pressoché infinita.

I benefici della tecnica manuale sono molteplici e dimostrati.

Alla manipolazione della colonna vertebrale, naturalmente attuata da specialisti, sono attribuiti giovamenti che coinvolgono tanto l’aspetto fisico (come dolori lombardi, al collo, sciatalgie e molto altro) quanto, insospettabilmente, l’aspetto psicologico.

Depressione, fobie e disturbi d’ansia sono tra le principali malattie di tipo mentale che la chiropratica è in grado di risolvere se abbinata ad un corretto stile di vita.

Un’efficacia a tutto tondo riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e che ha trovato molti consensi istituzionali anche in Europa, dove Paesi come la Finlandia, la Norvegia, la Svezia e la Svizzera consentono il rimborso parziale o totale delle sedute grazie ad accordi con i rispettivi sistemi sanitari nazionali.

In Italia, come spesso accade, la percezione è molto diversa.

Nonostante la professione chiropratica risulti ufficializzata da anni grazie a una legge finanziaria del 2007, che riconosce la chiropratica come professione sanitaria di grado primario, il dott. Joseph Luraschi, milanese e chiropratico di star come la coppia Ferragni-Fedez, spiega che “a mancare è un albo, e questo vuoto legislativo rende la professione non protetta e non tutelata; chiunque, in teoria anche chi è privo di competenze, può aprire un centro e cominciare l’attività”.

D’altronde non molti sanno che la laurea in chiropratica non è affatto un corso di specializzazione aggiuntivo a quello in medicina, in quanto prevede lo stesso identico percorso accademico, sia nelle ore sia nelle ore di studio, di un qualsiasi medico o chirurgo.

“La preparazione in diagnostica, fisiologia, chimica, neurologia e neuroanatomia è la stessa di un qualunque laureato in medicina, – puntualizza Luraschi – ma la legge ci impedisce di formulare diagnosi nonostante il nostro titolo di studio lo consenta”.

FONTE HUFFPOST

ATTIVITÀ FISICA E SALUTE

Secondo l’OMS, per “attività fisica” si intende “qualunque movimento determinato dal sistema muscolo-scheletrico che si traduce in un dispendio energetico superiore a quello delle condizioni di riposo”

In questa definizione rientrano non solo le attività sportive, ma anche semplici movimenti come camminare, andare in bicicletta, ballare, giocare, fare giardinaggio e lavori domestici, che fanno parte della “attività motoria spontanea”.

Per migliorare lo stato di salute si deve essere fisicamente attivi, adottando uno stile di vita corretto. Mantenere il proprio stato di salute significa anticipare linsorgenza di patologie gravi come lipertensione, le malattie cardiovascolari, lictus e il diabete o riuscire comunque a limitarne i danni in tempo.

Lattività fisica ha il grande pregio di essere uno strumento di prevenzione, oltre a rendere la vita quotidiana efficiente, migliorando i livelli di forza, resistenza e benessere.

Innumerevoli sono gli studi che hanno dimostrato limportanza dellesercizio fisico per il benessere del corpo e della mente. La prevenzione agisce su livelli diversi: in prima istanza evita linsorgere di una patologia, ma se la patologia viene diagnosticata, la prevenzione aiuta nella diagnosi allo stadio iniziale e nella risoluzione con limitate complicazioni.

Per quanto riguarda la prevenzione primaria, svolgere una sana e regolare attività fisica, abbinata ad unalimentazione equilibrata, significa guadagnare uno stato di salute migliore da un punto di vista qualitativo. Nel caso in cui una patologia sia già in corso nel soggetto, lattività fisica interviene in maniera riparatoria”, come, ad esempio, nel caso di sovrappeso o dolori alla schiena. Il movimento in questo caso può essere utilizzato come vera e propria terapia di riabilitazione.

Quali sono quindi i principali benefici dell’attività fisica?

Il movimento giova a tantissime funzioni del nostro corpo e della nostra psiche, a livello cardiovascolare, muscoloscheletrico, metabolico e psicologico.

I principali benefici del movimento fisico sono:

  • Miglioramento dellapparato cardiovascolare: lattività fisica può ridurre la frequenza cardiaca, migliorando lelasticità dei vasi sanguigni e contribuendo a mantenere bassa la pressione arteriosa.
  • Apparato muscoloscheletrico più forte: incrementando la massa muscolare e ossea si guadagna in forza e flessibilità muscolare, difendendosi contro losteoporosi. Il movimento è inoltre in grado di prevenire cadute ed infortuni nei soggetti più anziani.
  • Metabolismo migliore: la massa grassa si riduce ed aumenta la massa magra, il consumo energetico aumenta, favorendo il controllo del peso corporeo e sconfiggendo così il sovrappeso.
  • Benefici psicologici: lo sport è ottimismo e misurazione con i propri limiti. Garantisce benefici a livello emotivo, incrementando l'energia e rafforzando la prospettiva ottimistica della vita e l'immagine positiva di sé, favorisce e potenzia il riposo notturno

Quindi, per potenziare la propria salute, quale modo migliore di praticare attività fisica con regolarità e apportare radicali e duraturi cambiamenti al proprio stile di vita?

A vederlo sembrerebbe un panorama idilliaco, in cui tutto è facile e lineare, ma non lo è.

Infatti, se praticata con i dovuti modi, e magari sotto la guida di un professionista del movimento, l'attività fisica può essere considerata un investimento sul presente e sul futuro, a prescindere dall'età. È ovvio che prima si comincia, meglio è.

Allo stesso tempo, se praticata in maniera discontinua, disordinata o in eccesso, potrebbe essere fonte di infortuni.

Concludendo, ritengo sia doveroso per ciascun individuo - giovane, adulto, anziano, uomo o donna -  assumere un atteggiamento positivo verso qualsiasi forma di movimento e di stile di vita sano.

WORKOUT CON CUI ALLENO I MIEI CLIENTI

 espresse attraverso dei Test di inizio percorso, costantemente monitprati lungo i vari allenamenti. La seduta in genere ha durata di un’ora e sono consigliati almeno due allenamenti in palestra a settimana, per poi fare un’attivitá “ricreativa” (camminata veloce al parco, corsa, partita a tennis, etc..) di almeno 30 minuti nei restanti giorni.

ESERCIZI IMMANCABILI E FONDAMENTALI:

  • SQUAT
  • CONTROAFFONDI
  • PUSH UP
  • TRAZIONI AL TRX (CON IL TAVOLO SE A CASA)
  • ESERCIZI PER IL CORE (NIENTE SIT-UP O CRUNCH) PRINCIPALMENTE PLANK

Un esempio di programma che sto eseguendo su una cliente di 50 anni, che si allena 3 volte a settimana, consiste nel:

Gli esercizi sono basati sull’utilizzo del corpo come promotore del movimento, e quando opportuno viene inserito un sovraccarico esterno per stressare il sistema muscolo scheletrico così da incrementare la massa muscolare.

COACH MATTEO IZZO:

 

ALLENAMENTO IN GRAVIDANZA

ALLENAMENTO IN GRAVIDANZA

di Coach Martina Facchini

 

Durante la gravidanza il corpo femminile è soggetto a rilevanti alterazioni anatomiche e funzionali che porteranno cambiamenti a tutto l'organismo tra cui:

  • Aumento del peso
  • Lieve accentuazione della curva lombare che causerà un'alterazione della postura
  • Lassità legamentosa
  • Modificazione della produzione ormonale
  • Aumento della frequenza cardiaca e del ritmo respiratorio

Queste alterazioni anatomiche portano nell’80% delle donne una comparsa di mal di schiena con conseguente infiammazione del nervo sciatico.

Nel mio lavoro ho esperienza di allenamento con le donne in gravidanza  e spesso riscontro oltre alle patologie elencate prima, difficoltà nel gestire le attività della vita quotidiana, come ad esempio allacciarsi le scarpe o abbassarsi a raccogliere qualcosa.

Quindi cosa faccio?

Per iniziare è necessario eseguire una valutazione iniziale per raccogliere tutti i dati necessari per poi strutturare un allenamento, attraverso il metodo FMS.

Il metodo FMS ci da la possibilità attraverso il test e ri-test di sapere subito se quello che stiamo facendo è la cosa giusta.

La gravidanza è un periodo particolare e come tale va rispettato, anche l’allenamento deve essere strutturato a seconda delle esigenze della donna. Ricordatevi sempre che per iniziare un allenamento dovete avere sempre il lasciapassare del medico e farvi seguire da professionisti specializzati.

 

 

Sto seguendo in questo periodo una donna al 5 mese di gravidanza. Florence è arrivata da me con un forte mal di schiena che l’ha costretta a lasciare il lavoro molto in anticipo rispetto ad una normale maternità, e a passare diverso tempo a letto a causa del dolore che le impediva di eseguire anche le semplici attività quotidiane. Insieme alla dottoressa Tverberg l’abbiamo seguita sia con i trattamenti chiropratici sia con la terapia attiva fatta di esercizi, mirati ad aumentare la resistenza e la stabilità della muscolatura del tronco che servirà poi in seguito a mantenere anche il peso del bambino.

A distanza di 4 settimane Florence ci riferisce che il dolore è totalmente sparito, è tornata a lavoro e ogni giorno riesce a fare a casa gli esercizi che gli abbiamo prescritto senza dolore. Continua comunque un percorso da noi effettuando trattamenti e allenamenti ogni settimana.

Quadrupedia : aumento della stabilità del busto, e scarico dal peso della pancia.

SQUAT: movimento fondamentale per la gestione delle attività quotidiane e aumento della forza sulle gambe

WORKOUT CONSIGLIATO

In questa fase vanno rispettati i primi cambiamenti e l'allenamento sarà  breve  di norma avrà una durata non superiore ai 40 minuti e comprenderà un'attività cardiovascolare moderata( come ad esempio una camminata veloce) e degli esercizi mirati ad aumentare la stabilità del busto che dovrà essere pronto a sostenere l'aumento della pancia nei mesi successivi e l'aumento di peso e degli esercizi per le gambe, fondamentali per la gestione delle attività quotidiane. L'allenamento comprenderà quindi:

  • Prima parte di  respirazione dalla durata di circa 2 minuti
  • Esercizi di stabilità (cane da caccia, ponte laterale, plank, attivazione dei glutei,ecc) 10'
  • Esercizi di rinforzo muscolare (squat, affondi, stacchi, piegamenti,ecc) 10'
  • Ed un'ultima parte di attività cardiovascolare come detto prima composta da una camminata veloce 10'.

Ricordiamo sempre che il corpo femminile in questa fase va ascoltato e rispettato ancora di più per questo l'allenamento cambierà a seconda delle esigenze.

BENEFICI DELL'ALLENAMENTO:

  • Limita l'aumento di peso
  • Mantiene un buono stato di salute fisica e mentale
  • Riduce (in alcuni casi e senza emergenze) il rischio di parto cesareo
  • Diminuisce il rischio di diabete gestazionale
  • Alcune ricerche hanno evidenziato che i bimbi nati da madri che hanno praticato attività fisica,  risultino avere uno sviluppo motorio più corretto.

Ricordiamo che l'allenamento per le donne in gravidanza è sempre personalizzato a seconda delle esigenze diverse che ogni donna presenta.

È fondamentale avere il lasciapassare medico per ogni attività.  (certificato di idoneità all'attività fisica)

2° puntata dell'intervista al Dott. Barbieri presso FITFAM

Seconda puntata dell'intervista al Dott. Barbieri che ci racconta i meccanismi sottesi al mal di schiena, in un viaggio che passando per l'amnesia dei glutei e il joint by joint approach giunge allo sviluppo neurologico infantile con il rotolamento (Rolling) e la quadrupedia.

Intervista al Dott. Barbieri presso FITFAM

Il Dott. Barbieri ci racconta dei suoi studi in Inghilterra, delle sue prime esperienze lavorative, dell'incontro con Cook e McGill, della fondazione del centro Atlas e in generale dei principi che, giorno dopo giorno, animano la sua vita professionale e non solo.
Se vi è piaciuto il podcast ricordatevi di seguire FitFam: https://www.fitfam.it/ (Fitfam Sport & Conditioning).

10 anni di successi nella pallavolo femminile frutto di allenamenti sulle capacità motorie e prestative

blog article

Dal 2005 ad oggi ho allenato e preparato atleticamente una squadra femminile di pallavolo, partendo dalle giovanili under 14, fino alla serie C. In 10 anni abbiamo conquistato una semifinale u16 provinciale, una finale u18, una coppa Lazio e 4 promozioni dalla 3div. alla serie C.

FMS - Functional Movement Screen

blog

Il Functional Movement Screen (o FMS) è uno strumento che ci permette di effettuare uno screening per valutare le nostre capacità motorie base.

YBT - Y Balance Test

blog

Il Y Balance Test (o YBT) è uno strumento altamente accurato, usato per testare le prestazioni fisiche e atletiche dell’individuo, nonché per identificare i possibili rischi di infortunio sugli arti inferiori o superiori.

  • 1
  • 2